CRONACA CENAIA-SAN MARCO A.

Cenaia-San Marco Avenza 2-0
CENAIA: Serafini, Stampa (12’ Cecchetti), Borboryo (48’ Benvenuti), Lelli, Signorini, Milianti, Tammaro (85’ Ceccarini), Balleri, Bruzzone (90’ Pellegrini D.), Marcellusi (75’ Bachini), Mancini. A disp.: Guidetti, Betti, Arrighi, Turini. All.: Macelloni 
SAN MARCO AVENZA: Lagomarsini, Ricci D., Raffo, Brizzi, Zuccarelli, Mosti S. (56’ Pinelli), Mosti D., Da Pozzo (38’ Magni), Fusco (62’ Conedera), Benedetto (56’ Mazzolini), Doretti (62’ Benedetti). A disp.: Novarino, Mazzolini, Lucchi, Batti, Cucurnia. All.: Turi 
ARBITRO: Curcio di Siena
RETI: 15’ Mancini, 74’ Cecchetti 
NOTE: Ammoniti Borboryo, Balleri, Ceccarini, 
Il Cenaia batte con due reti di scarto e con un gol per tempo in casa il temibilissimo San Marco Avenza, vincitore della Coppa di Eccellenza mercoledì scorso contro le Badesse.  La gara è tutto sommato equilibrata e a fare la differenza come sempre accade in questi casi è il maggior cinismo dei padroni di casa che sono più bravi a capitalizzare le occasioni prodotte. Andiamo con ordine. Il primo episodio della sfida da segnalare è l’infortunio capitato tra le fila del Cenaia a Stampa, costretto a lasciare il campo dopo soli 10 minuti a Cecchetti. La squadra di casa gioca comunque un bellissimo primo tempo che legittima sicuramente più del secondo la vittoria finale. Pronti via e – per la precisione al quarto d’ora – il Cenaia si rende pericoloso in avanti: cross di Tammaro dalla sinistra, stop di destro di Mancini, che lascia partire una bomba sempre col collo destro mettendo la sfera nell’angolo basso dove Lagomarsini non può far nulla. Il San Marco subisce il colpo e il Cenaia avrebbe subito la possibilità per portarsi sul punteggio di 2-0 con il tiro di sinistro ancora una volta di Mancini che si stampa sul palo a portiere battuto. Non si registrano poi altre vere opportunità da rete né da una parte né dall’altra in un primo tempo in cui il tempo scorre con tanti palloni combattuti soprattutto a centrocampo fino al duplice fischio del signor Curcio di Siena. La ripresa si apre proprio come si era aperto il primo cioè con il Cenaia in avanti che intorno al quarto d’ora trova di nuovo il gol. Il raddoppio di Cecchetti, infatti, arriva con un tiro di interno sinistro a girare dalla destra che si insacca alle spalle del portiere sul palo lontano. Davvero un gran bel gol quello che fissa il definitivo punteggio. Episodio curioso e contestato a dieci minuti dalla fine: per decisione del direttore di gara vengono sostituiti entrambi i guardalinee per l’infortunio di uno dei due che lo costringe ad interrompere il proprio lavoro. Il San Marco Avenza chiedeva, complice, anche il doppio svantaggio, di fermare la gara. L’arbitro fa invece giocare e nel finale di gara annullato anche un gol per fuorigioco a Brizzi del San Marco in mischia nel recupero. Tre punti fondamentali per i padroni di casa in ottica salvezza, una brutta sconfitta invece per gli ospiti che pagano probabilmente anche gli sforzi della Coppa. In classifica il Cenaia sale a quota 21 punti ed occupa oggi l’ultima posizione della zona play out a sole due lunghezze di distacco dal trittico di cui fa parte anche il San Marco Avenza a 23 punti, insieme a Castelfiorentino e Valdinievole Montecatini. Nel prossimo turno gli uomini di Macelloni andranno a far visita alla Cuoiopelli terzultima, mentre il San Marco di Turi giocherà la sua seconda gara fuoricasa tra le mura del Castelnuovo Garfagnana penultimo. 
FONTE: Il Tirreno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *