MONTECATINI V.-CENAIA

La presentazione dell’avversaria di domenica prossima: il MONTECATINI VALDINIEVOLE 

La nuova sconfitta interna casalinga fatta registrare al Pennati dal Cenaia, ha fatto nuovamente crollare le azioni della formazione verdearancio. 

La posizione attuale è in piena zona play out, ed è il frutto di appena 7 punti in 8 gare con il misero bottino di una vittoria contro il fanalino di coda Virtus Viareggio, che domenica ha dato segni di ripresa vincendo in trasferta a Castelnuovo Garfagnana, e se analizziamo la classifica tra i viareggini ed il Cenaia, alla fine di tutti i discorsi, i punti di differenza sono appena 4, perché fare tanti pareggi purtroppo non paga e non aiuta la classifica. 

Il Cenaia quindi è di nuovo chiamato a centrare una vittoria da 3 punti, che consenta ai ragazzi di Mister  Ciricosta di alzarsi un pochino dai bassifondi della classifica, ma l’avversaria che si presenta domenica, e stavolta per giunta in trasferta, non è certo un ostacolo facile da superare, e quando annaspi in fondo alla classifica a rincorrere, ogni gara diventa difficile.

Il MONTECATINI TERME partito con buoni propositi di ripetere la bella stagione dello scorso anno che lo vide protagonista dietro Grosseto e Fucecchio, fino a questo momento ha deluso.

Un inizio brutto, con due sconfitte consecutive, poi nelle ultime giornate la squadra termale ha dato segni di risveglio, pareggi casalinghi con Fucecchio e San Miniato e addirittura vittoria per 1-0 contro la capolista Pro Livorno, mentre fuori casa i biancocelesti hanno rimediato 2 sconfitte, una a Castelfiorentino e domenica scorsa in casa della San Marco Avenza dove sono stati rimontati dai padroni di casa grazie anche a due rigori ed alla espulsione di Ghimenti e quindi con tanti rimpianti.

Siamo ripetitivi, ma ogni squadra in Eccellenza ha nella propria faretra frecce che possono fare la differenza, il Montecatini dispone di elementi come Falivena in difesa, e Francesconi a centrocampo, calciatori con passati professionistici, i colored Diomandè e Coulibaly forti fisicamente e tecnicamente anche loro hanno sempre frequentato piazze come minimo da SerieD, in avanti bomber Chiaramonti che lo scorso anno fece benissimo a Montignoso ed è quindi una squadra che sulla carta non può valere gli appena 6 punti che ha in classifica, uno sotto Bruzzone e compagni.

Quello che è certo, è che domenica prossima Milianti e colleghi sono chiamati ad un pronto riscatto dalla brutta sconfitta con il TAU ALTOPASCIO, e per fare quello, si spera in un approccio alla gara migliore, visto che andando a scorrere il film del campionato, la squadra, ha dovuto sempre rincorrere gli avversari nel punteggio, ed anche questo alla lunga non può pagare.

M.F.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *